Martedì, 25 Settembre 2018
CATANIA

Morto il marito
della donna uccisa

E' morto oggi Sarath Moragoda, il cingalese che aveva riportato ustioni nell'incendio di due giorni fa in cui è morta la moglie, Maduri Warnacula.

 Il cadavere carbonizzato della donna era stato trovato con i piedi e il collo legati con filo elettrico.Per i carabinieri a ucciderla sarebbe stata il marito per gelosia.  

 La svolta nelle indagini è arrivata dal ritrovamento del 'pezzo' mancante nella dinamica del presunto uxoricidio: la 'tanica' con cui sarebbe stato portato il liquido infiammabile nell'abitazione per appiccare il fuoco. Durante un ultimo sopralluogo nella casa della coppia, nel rione Picanello di Catania, militari dell'Arma hanno trovato un contenitore in plastica, che escluderebbe la presenza di una terza persona nella casa della coppia durante la tragedia. Il cancello del cortile era chiuso da dentro e non c'erano segni di effrazione. Caduta la tesi della presenza di una terza persona, per i carabinieri non è rimasta che una sola ipotesi, quella privilegiata dall'inizio: sarebbe stato Sarath Moragoda a uccidere la moglie, trovata, sdraiata supina per terra, con una corda al collo e i piedi legati con del filo elettrico. 

Poi avrebbe cosparso del liquido infiammabile sul corpo e appiccato il fuoco. Il movente sarebbe passionale: sembra che l'uomo fosse geloso della donna e da tempo le contestava sospetti di un'altra relazione. Per gli investigatori non è ancora chiaro se il cingalese volesse suicidarsi o se volesse crearsi un alibi, simulando un' aggressione, o altro. Sicuramente i vapori del liquido infiammabile usato, probabilmente benzina, hanno saturato la piccola stanza della casa, a pieno terra con un tetto basso, dopo l'avvio della combustione hanno causato un'esplosione. L'uomo è stato travolto dalle fiamme ed è uscito dall' abitazione urlando.

 Il primo a soccorrerlo è stato un vicino di casa che l'ha avvolto con una coperta. Portato nell'ospedale Cannizzaro di Catania, con ustioni su quasi tutto il corpo, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico e ricoverato nel reparto di rianimazione dove è morto questa mattina, alle 11. Alla tragedia di due giorni fa non ha assistito il figlio della coppia, un 14enne che al momento dell'esplosione era nella parrocchia del rione per un corso di catechesi.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X