Venerdì, 21 Settembre 2018
CATANIA

Dopo la morte, arrivano i controlli sugli alberi

Partirà immediatamente una ricognizione dello stato di salute delle palme presenti sul territorio di Catania, dopo la morte di una donna di 49 anni, Patrizia Scalora, travolta ieri dalla cima di una pianta attaccata dal 'punteruolo rosso' che le è crollata addosso mentre era seduta su una panchina di Piazza Cutelli insieme con la figlia, rimasta illesa. È stato concordato nel corso di un vertice, presieduto dal sindaco Enzo Bianco, tra amministrazione comunale ed esperti dell'area di Difesa delle piante del Dipartimento di gestione dei sistemi agroalimentari e ambientali dell'Università di Catania. Dopo la tragedia il sindaco ieri aveva chiesto al consulente per il Verde Annibale Sicurella di procedere con l'aiuto di esperti ad un'analisi immediata dello stato di salute di tutte le palme. A partire proprio da quelle di piazza Cutelli, eliminate ieri dopo aver accertato "diversi livelli di infestazione, difficili da curare e comunque ritenute ad alto rischio per la pubblica incolumità". "Quanto avvenuto ieri - ha spiegato il ricercatore del Digesa Pompeo Suma - rappresenta una fase per certi versi nuova, nei nostri ambienti, del comportamento del punteruolo rosso, che ha attaccato un tipo di palma, quella da dattero, con modalità tali da rappresentare un pericolo per l'incolumità pubblica". "Tre anni fa nelle piante - ha aggiunto - era stata da noi riscontrata la presenza dei primi sintomi di attacco e il Comune aveva attuato gli interventi fitosanitari previsti dalla legge che però si sono rivelati inefficaci. Dopo quanto avvenuto risulta evidente che i protocolli finora seguiti per individuare la presenza e gestire l'infestazione di questo parassita non sono più sufficienti e vanno modificati".(ANSA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X