Lunedì, 24 Settembre 2018
PETRALIA SOTTANA

Sindaci Madonie
sul piede di guerra

Petralia Sottana, punto nascite, Sicilia, Archivio
Partorisce quattro gemelle da due fecondazioni

E' partito da Petralia Sottana (Pa), nelle Madonie, il corteo di auto diretto a Palermo organizzato contro la chiusura del punto nascite dell'ospedale di Petralia Sottana, chiuso dal 1 gennaio. La mobilitazione è stata organizzata dai sindaci dei nove comuni del comprensorio (Petralia Sottana, Alimena, Blufi, Bompietro, Castellana Sicula, Gangi, Geraci Siculo, Petralia Soprana, Polizzi Generosa) che da giorni occupano i municipi, per chiedere la riapertura del reparto e consentire alle mamme di partorire nel nosocomio madonita. Con in testa le due auto istituzionali del comune con a bordo il sindaco di Petralia Sottana, Santo Inguaggiato sono partite 18 vetture. Il corteo di auto è diretto allo svincolo di Irosa lungo l'autostrada A19, che da Catania conduce a Palermo, dove al corteo si uniranno cittadini e sindaci degli altri comuni del comprensorio per raggiungere il capoluogo siciliano. Il corteo di auto farà ingresso in città da via Oreto diretto alla sede della Prefettura, dove i sindaci incontreranno il neo prefetto Antonella De Miro per chiedere l'apertura di un tavolo nazionale con i rappresentanti del ministero per la Salute, l'assessorato regionale alla Salute e l'Asp di Palermo e riaprire il punto nascite. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X