Domenica, 23 Settembre 2018
VITTORIA

Un mistero la morte di Giannì

Autopsia Giannì, Cadavere pozzo, vittoria, Sicilia, Archivio
Un mistero la morte di Giannì

Ragusa - La morte di Giovanni Giannì, 43 anni, trovato cadavere in un pozzo di contrada Mazzara a Vittoria resta avvolta nel mistero. Nemmeno l’autopsia, eseguita dal dottor Giuseppe Iuvara, ha rivelato dettagli utili a chiarire le dinamiche del decesso. Dall’esame autoptico è emerso soltanto che l’uomo non ha subito alcun tipo di violenza. Un risultato che lascia aperte tutte le piste che, in un primo momento squadra mobile e commissariato di Vittoria avevano ipotizzato.
Le indagini vanno avanti, anche se mancando elementi concreti dall’autopsia, si fanno un po’ più complicate. La Polizia indaga su tre piste: suicidio (ma è quella che ha meno considerazione), fatto accidentale od omicidio. La seconda sembra ancora quella privilegiata: al momento della scomparsa, infatti, nella zona in cui si trovava Giannì imperversava un nubifragio. E questo avrebbe potuto far perdere l’orientamento all’uomo, che non si sarebbe accorto di essere accanto al pozzo, finendoci dentro.
Giovanni Giannì non era rientrato a casa la sera di domenica 22 gennaio. I familiari ne hanno denunciato la scomparsa la mattina successiva. Il ritrovamento del corpo è avvenuto martedì 24 gennaio. Da quel momento sono scattate le indagini, che, però, si presentano sempre più complesse e difficili.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X