Lunedì, 24 Settembre 2018
CAPO D'ORLANDO

Un destino crudele ha unito le due cugine per sempre

di
lorena e tiziana mangano, Sicilia, Archivio
Un destino crudele ha unito le due cugine per sempre

Trova la morte in un incidente stradale una ragazza di 30 anni originaria di Capo d’Orlando. Un destino atroce che la lega indissolubilmente e per sempre alla cugina che, come lei, l’anno scorso ha avuto spezzata la vita da un omicida stradale. Tiziana Mangano, la ragazza morta nell’incidente di ieri pomeriggio era la cugina di Lorena Mangano, la giovane studentessa universitaria di 23 anni che il 28 giugno dell’anno scorso, mentre era alla guida della sua Panda venne travolta senza scampo sulla via Garibaldi di Messina dall’Audi TT del finanziere Gaetano Forestieri.

Tiziana, ieri pomeriggio verso le 14.30, era da sola in auto e si stava recando al posto di lavoro, l’Euronics della cintura milanese, quando nel tratto che da San Donato porta a Milano, sul raccordo dell’Autostrada del Sole, avrebbe perso il controllo della sua Fiat 500 bianca. L’auto è piombata con violenza sul guard-rail e la ragazza è rimasta intrappolata al suo interno. Ci sono voluti i vigili del fuoco per estrarla dalla lamiere e poi trasferirla con l’elisoccorso all’ospedale Humanitas.

Purtroppo i tentativi disperati dei medici di strapparla alla morte non sono bastati e dopo poche ore è deceduta. I genitori di Tiziana si erano trasferiti a Milano da giovani e lì avevano trovato lavoro. Tiziana aveva un fratello più grande e una sorella più piccola, Sonia, e tutti a Capo d’Orlando, quando veniva per le vacanze, credevano fosse le sorella gemella della povera Lorena, tanto forte era il legame che le univa. Strazianti erano stati i saluti che Tiziana aveva rivolto a Lorena durante i funerali nella chiesa di Cristo Re aCapo d’Orlando. In quell’estate che s’affacciava, tutti insieme erano scesi da Milano con le lacrime agli occhi così come oggi la famigilia di Lorena sale a Milano per dare l’ultimo saluto a Tiziana. Due famiglie distrutte dal lutto e una comunità, quella di Capo d’Orlando, affranta dal dolore. Tiziana, non era sposata e aveva tanti interessi ma l’amore per i viaggi, per il mare e le spiagge di Capo d’Orlando era un desiderio che coltivava nel cuore sin da piccola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X