Mercoledì, 19 Settembre 2018
CATANIA

Etna in piena attività

eruzione, etna, Sicilia, Archivio
Etna in piena attività

Un calo di energia nella notte e poi all'alba il ritorno al quadro eruttivo di ieri. Era sembrata placarsi l'Etna che invece è ancora attivo: la colata che emerge dalla 'bocca' apertasi nel nuovo cratere di Sud-est è bene alimentata e il 'fronte' più avanzato ha superato il Belvedere, dove ieri si è verificata l'esplosione 'freatica', nel contatto tra lava, che arriva a superare i 1.000 gradi centigradi, e la neve, che ha ferito una decina di persone in maniera non grave.
    Il 'braccio' adesso si riversa nella desertica Valle del Bove, lontano da centri abitati. Dal cratere è presente un'attività 'stromboliana', con fontane di lava, boati e emissione di cenere. Quest'ultima la notte scorsa era cessata, ma è ripresa nuovamente e, in via precauzionale, è stato emesso un Vona Red, un allerta rosso, per gli spazi aerei: l'aeroporto di Catania al momento permette solo 5 atterraggi l'ora, mentre non ha limitazioni per i decolli. 

   Sono stati intanto dimessi dall'ospedale di Acireale i due turisti inglesi, un uomo e una donna, che erano tra i feriti nell'esplosione freatica avvenuta ieri sull'Etna. Lui aveva un leggero trauma cranico e lei contusioni alla mano e alla colonna vertebrale. Sono rientrati in albergo, ringraziando medici e infermieri per l'assistenza ricevuta. L'esperienza vissuta non cambia il loro parere sulla Sicilia: "una terra meravigliosa, con gente calorosa e disponibile", hanno detto lasciando il nosocomio.  

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook