Domenica, 23 Settembre 2018
PALERMO

A Bagheria centrodestra vince a uninominale

bagheria, Cinquestelle, Sicilia, Archivio
"Niglia lasci la poltrona"

Ultimato lo scrutinio nelle 55 sezioni del comune di Bagheria, nel Palermitano, amministrato da un sindaco eletto nel M5S (Patrizio Cinque) e poi autosospesosi dal partito, all'uninominale vincono le candidate del centrodestra Ester Bonafede (al Senato) con il 46,74% e Mariolina Varchi (Camera) con il 45,74%. Al Senato la cinquestelle Loredana Russo si ferma al 36,95%. Staccato Mario Cicero (centrosinistra) con 10,74%. Alla Camera Vittoria Casa (M5S) ottiene il 38,72% e Francesco Vasta del centrosinistra il 10,14%. I pentastellati in testa con il 36,14% al plurinominale del Senato, seguiti da Forza Italia con il 32,78%, dal Pd con l'8,84% e dalla Lega con il 6,45%. Alla Camera plurinominale di nuovo il Movimento 5 Stelle il più votato dai bagheresi con il 37,73%, seguono Forza Italia con il 32,32% il Pd con l'8,09%. Il leader dei cinquestelle Luigi Di Maio, in campagna elettorale aveva preso le distanze da Cinque: "Non è un sindaco del Movimento". Sul primo cittadino pende una richiesta di rinvio a giudizio della procura di Termini Imerese per turbativa d'asta, abuso d'ufficio e violazione del segreto d'ufficio. Il sindaco si era autosospeso da M5S dopo la notifica dell'obbligo di firma. In Sicilia sono 9 i Comuni dove sono stati eletti sindaci del M5S, ma a Gela il primo cittadino Domenico Messinese è stato espulso dal Movimento poco dopo la sua elezione, mentre Cinque si è autosospeso. Gli altri comuni pentastellati sono Alcamo, Augusta, Bagheria, Grammichele, Favara, Pietraperzia, Porto Empedocle e Ragusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X