Venerdì, 21 Settembre 2018
DIA

Buco da 10 mln in casa per anziani, arresti a Catania

casa di cura, dia catania, Sicilia, Archivio
antimafia

La Dia di Catania sta eseguendo arresti per presunte distrazione di fondi di titolari di casa di cura per anziani disabili. Titolari che sarebbero legati alla massoneria e ad associazioni antimafia. Il 'buco' nella gestione dell''Istituto' sarebbe di 10 milioni di euro.

Il provvedimento restrittivo, emesso dal Gip nei confronti di cinque indagati nell'ambito di un'inchiesta sulla gestione di fondi regionali coordinata dal Procuratore Carmelo Zuccaro, è in corso di esecuzione da parte di personale della Dia di Catania, diretta da Renato Panvino, supportato dai centri operativi di Palermo, Reggio Calabria, Caltanissetta e dalla sezione di Messina. Sull'indagine, denominata 'Giano bifronte', il procuratore capo Zuccaro terrà un incontro con i giornalisti alle 10.30 nella sala conferenze della Procura.

Un'istanza di fallimento è stata chiesta dalla magistratura catanese nei confronti dell'istituto medico psicopedagogico Lucia Mangano, di Sant'Agata li Battiati, che, secondo la Procura distrettuale etnea, ha un 'buco' di 10 milioni di euro.

L'iniziativa fa seguito a indagini della Dia. L'udienza è prevista per stamattina. Se la richiesta dovesse essere accolta agli indagati potrebbero essere contestati anche altri reati finanziari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X