Venerdì, 21 Settembre 2018
DROGA

Confiscati beni
per due milioni
a imprenditore

confisca beni, trapani, Sicilia, Calabria, Cronaca

Beni per 2 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di finanza, su provvedimento della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Trapani, a un uomo di 66 anni originario di Salemi e condannato in via definitiva nel 2009 a 12 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. L’uomo, secondo l’accusa, faceva partre di un’organizzazione ramificata in Sicilia, Calabria e Lazio, e che tra il 2000 ed il 2001, con la partecipazione di soggetti legati alla 'ndrangheta calabrese, ha importato grossi quantitativi di cocaina dalla Colombia e dal Venezuela ma anche in Paesi europei dove la droga giungeva dal Sudamerica. La confisca ha riguardato due terreni edificabili a Salemi, conti correnti, depositi a risparmio, rapporto titoli, polizze assicurative, crediti vantati verso l’Agea per 75.000 euro quali contributi comunitari all’agricoltura indebitamente ottenuti, e un contributo assegnato dal Comune di Salemi per la ristrutturazione di due fabbricati danneggiati dal terremoto del Belice. (AGI)

Beni per 2 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di finanza, su provvedimento della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Trapani, a un uomo di 66 anni originario di Salemi e condannato in via definitiva nel 2009 a 12 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. L’uomo, secondo l’accusa, faceva partre di un’organizzazione ramificata in Sicilia, Calabria e Lazio, e che tra il 2000 ed il 2001, con la partecipazione di soggetti legati alla 'ndrangheta calabrese, ha importato grossi quantitativi di cocaina dalla Colombia e dal Venezuela ma anche in Paesi europei dove la droga giungeva dal Sudamerica. La confisca ha riguardato due terreni edificabili a Salemi, conti correnti, depositi a risparmio, rapporto titoli, polizze assicurative, crediti vantati verso l’Agea per 75.000 euro quali contributi comunitari all’agricoltura indebitamente ottenuti, e un contributo assegnato dal Comune di Salemi per la ristrutturazione di due fabbricati danneggiati dal terremoto del Belice. (AGI)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X