Sabato, 26 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catania, nelle aree del terremoto falsi volontari della Cri: caccia agli sciacalli
L'EMERGENZA

Catania, nelle aree del terremoto falsi volontari della Cri: caccia agli sciacalli

A 36 ore dall’evento sismico hanno fatto la loro apparizione i balordi di turno per truffare i cittadini che vogliono dare un contributo per l’emergenza terremoto.

Il fenomeno dello sciacallaggio serpeggia anche nelle aree al centro della scossa di terremoto che ha interessato, in particolare, alcuni Comuni dell’Etna.

«I volontari della Croce Rossa Italiana di Biancavilla, ci hanno informato che tre millantatori con addosso lo stemma della stessa Croce Rossa, hanno chiesto somme di denaro per dover far fronte al momento d'emergenza. Si tratta di sciacalli»: a segnalare il caso è il sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno dopo essere stato informato direttamente dai volontari (veri) della Croce Rossa. I truffatori sono stati denunciati ai carabinieri del locale comando stazione, i quali hanno avviato le indagini per identificare gli autori di questa meschina speculazione sulla pelle dei cittadini, provati da un sisma che ha scatenato il panico. E anche ieri sera i cittadini dei comuni di Biancavilla, Adrano e Santa Maria di Licodia hanno avvertito un’altra scossa di magnitudo 2.5. Epicentro a 3,9 chilometri di profondità.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook