Venerdì, 14 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
È ALLARME

Escalation di rapine a Messina, diversi "colpi" messi a segno in pochi giorni

di
confesercenti messina, rapine Messina, Alberto Palella, Messina, Sicilia, Cronaca
La rapina alla gioielleria Costa

È allarme rapine a Messina: diversi colpi sono stati messi a segno in pochi giorni e Confesercenti chiede un incontro al questore.

L'ultima, in termini di tempo, è quella che ha preso di mira il punto vendita “Bernava” di via Ghibellina e che viene raccontata da Emanuele Rigano sulla Gazzetta del Sud in edicola. Un uomo, poco dopo le 17,30, ha fatto irruzione travisato e armato di pistola facendosi consegnare l’incasso della serata. Il bottino è di circa un migliaio di euro. Il bandito, poi fuggito a bordo di un ciclomotore, è ancora ricercato dalle Volanti della polizia. Cruciale potrebbe essere il supporto delle immagini del sistema di videosorveglianza.

Lunedì è stato messo a segno un "colpo grosso" ai danni delle gioielleria Costa, sul viale San Martino. Tre banditi armati hanno arraffato oggetti preziosi, intorno alle 19.30. Poi sono fuggiti facendo perdere le tracce, ma perdendo anche parte della refurtiva.

Altra rapina, che ha fruttato un migliaio di euro, è stata messa a segno sabato alla stazione di carburanti Esso nei pressi dello svincolo di San Filippo, località Pistunina. Alle 15.30, due malviventi, di cui uno armato di pistola, sono entrati nel locale interno e si sono fatti consegnare il denaro contenuto in cassa. Poi sono fuggiti.

Sull'escalation criminale interviene Confesercenti Messina che manifesta in una nota "profonda preoccupazione per le numerose rapine avvenute in pochi giorni in città, una situazione che genera panico e destabilizza il commercio. Le rapine infatti, sono ormai diffuse su tutto il territorio e avvengono con modalità violente".

"Non è tollerabile che i nostri associati e più in generale tutti gli esercenti - afferma il presidente di Confesercenti Messina, Alberto Palella - debbano rischiare la vita per garantire un pezzo di pane alle loro famiglie e quelle dei loro collaboratori. Alla luce degli ultimi fatti è urgente che arrivino segnali importanti da parte delle autorità preposte alla sicurezza. Pertanto Confesercenti Messina ha chiesto un incontro al Questore, affinché si instauri un dialogo costruttivo, con l'obiettivo di porre in essere tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza dei commercianti e dei cittadini messinesi".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X