Sabato, 27 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, autista Amat picchiato da un gruppo di ragazzi: in ospedale in codice rosso
L'AGGUATO

Palermo, autista Amat picchiato da un gruppo di ragazzi: in ospedale in codice rosso

amat palermo, autista aggredito, ospedale villa sofia, Sicilia, Cronaca
L'ospedale Villa Sofia di Palermo

È stato picchiato in modo violento l’autista, di 49 anni, del bus, linea 628, dell’Amat finito in codice rosso nell’ospedale Villa Sofia. L’uomo è stato ricoverato nel trauma center del nosocomio dove è arrivato con una ambulanza del 118; i sanitari hanno effettuato una tac.

L'aggressione, si apprende all’azienda per il trasporto pubblico di Palermo, è avvenuta nella zona di villa Adriana; non si conoscono ancora i dettagli, ma diverse persone avrebbero assistito al pestaggio. «E' stato massacrato di botte, è una vicenda incresciosa», dice il presidente dell’Amat, Michele Cimino, che annuncia la presentazione di una denuncia.

Per il sindaco Leoluca Orlando si tratta di «un atto di violenza barbara che non può avere né giustificazioni né motivazioni logiche». «Sono grato ai carabinieri e ai sanitari del 118 - dice Orlando - per il pronto intervento e mi auguro che si possano quanto prima individuare gli autori di questo pestaggio ed assicurarli alla giustizia».

Informato dal sindaco dell’aggressione subita da un autista dell’Amat, l’amministratore unico dell’azienda Michele Cimino si è recato a Villa Sofia, dove si è accertato delle condizioni del dipendente dell’azienda. L'uomo è tutt'ora al pronto soccorso e i medici confermano che è in codice rosso, anche se non in pericolo di vita. La TAC appena eseguita ha dato per fortuna esito negativo.

L’aggressione è avvenuta alla fermata di Villa Adriana, ma al momento non sono chiari gli eventi che saranno ovviamente oggetto dell’indagine dei carabinieri. Secondo i passeggeri che hanno allertato i carabinieri e il 118, l’autista sarebbe stato aggredito da un gruppo di ragazzi che aveva tamponato il mezzo cercando di aprirne il vano motore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook