Martedì, 16 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
MAFIA

Pestaggio per dimostrare di essere il capo di Provinciale: 4 arrestati a Messina per un raid punitivo

Ordinò un pestaggio per affermare la propria supremazia criminale. Dopo quasi un anno Giovanni La Duca, 48 anni, è stato arrestato, con questa accusa, dalla polizia di Stato con i tre presunti autori del raid punitivo identificati attraverso intercettazioni e le immagini di un sistema di sorveglianza che aveva ripreso i momenti dell'irruzione.

Sono Felice Vita, 36 anni; Domenico Romano di 35 e Domenico De Pasquale di 42 anni. Con La Duca sono accusati di lesioni gravi, violazione di domicilio, porto e detenzione di arma da fuoco con l'aggravante dal metodo mafioso.

L'uomo che il 30 marzo dell'anno scorso subì il pestaggio davanti a moglie e figlia era agli arresti domiciliari. Sotto la minaccia di una pistola e un coltello, venne colpito con estrema violenza e riportò un trauma cranico, fratture al naso, contusioni al torace e all'addome.

Pestato davanti a moglie e figlia a Messina, nomi e foto degli arrestati

L'aggressione serviva ad affermare che nel quartiere di Provinciale, a Messina, La Duca (già in carcere) era il vero capo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook