Mercoledì, 17 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
DISAGI

Messina, insufficienti i controlli nella movida. I vigili: «Di notte c'è una sola pattuglia»

di
controlli nella movida, Movida di Messina, ordinanza del sindaco, una pattuglia di notte, vigili urbani, Crisafulli, Michele Bisignano, Messina, Sicilia, Cronaca
Movida a Messina

In principio era un semplice “codice di autoregolamentazione”, frutto di un'intesa di massima tra Comune di Messina, esercenti e residenti del centro storico. Il codice poi è diventato, quasi alla vigilia di Natale, un'ordinanza del sindaco, che sostanzialmente ne riprendeva i contenuti.

Ma a circa quattro mesi da quel tentativo di stabilire un perimetro di norme entro cui regolare la movida del centro città, il bilancio non convince affatto i residenti. Perché la musica, nei locali del centro, continua spesso e volentieri a risuonare anche oltre gli orari previsti da quell'ordinanza.

È questa la tesi sostenuta ieri, nella seduta congiunta della quarta e della sesta commissione del consiglio comunale, dai rappresentanti del comitato spontaneo dei residenti, con in testa l'ex assessore provinciale Michele Bisignano. «L'ordinanza non funziona - l'estrema sintesi - perché non prevede sanzioni». I controlli faticano ad essere capillari, perché la polizia municipale si ritrova a scendere nel campo di battaglia con le armi spuntate: «Da mezzanotte alle 6 del mattino abbiamo un un solo equipaggio, dalle 18 a mezzanotte arriviamo a 3-4».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Messina in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook