Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
GUARDIA DI FINANZA

Appalti sui rifiuti nel Catanese, arrestati un sindaco e un funzionario comunale

appalti, arresto sindaco san pietro clarenza, san pietro clarenza, Angelo La Piana, Giuseppe Bandieramonte, Michele Faro, Silvio Calandrino, Sicilia, Cronaca
Giuseppe Bandieramonte

Il sindaco di San Pietro Clarenza, Giuseppe Bandieramonte, e un funzionario del Comune sono stati arrestati da militari della guardia di finanza di Catania per corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio e turbata libertà degli incanti.

Arrestati anche l'amministratore e un dipendente di una società privata catanese.

In carcere sono finiti lo stesso sindaco Bandieramonte e Angelo La Piana, amministratore della Progitec srl, la ditta incaricata della “raccolta di rifiuti solidi non pericolosi”, con sede a Castel di Iudica. Arresti domiciliari disposti nei confronti di Michele Faro, responsabile dell’Ufficio Igiene e Manutenzione e del servizio “rifiuti solidi urbani” del Comune di San Pietro Clarenza e Silvio Calandrino, dipendente della Progitec ma di fatto impiegato presso il Comune di San Pietro Clarenza fino alla fine di ottobre 2018 quale collaboratore di Faro.

Sindaco arrestato a San Pietro Clarenza, utilità personali in cambio dell'appalto sui rifiuti - Nomi e foto

Al centro dell'inchiesta della Procura distrettuale di Catania la procedura di gara per l'assegnazione del servizio di raccolta, spazzamento e trasporto rifiuti. Gli appalti oggetto dell'indagine, per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro, sono relativi al periodo 2015-2018.

Nei confronti degli indagati il Gip di Catania ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per due e agli arresti domiciliari per altri due.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook