Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
LA TRAGEDIA

Individuati i resti di Sebastiano Tusa, morto nel disastro aereo in Etiopia

disastro aereo, etiopia, Sebastiano Tusa, Sicilia, Cronaca
Sebastiano Tusa

Sono stati individuati alcuni resti dell’archeologo siciliano Sebastiano Tusa, morto il 10 marzo scorso nel disastro aereo della Ethiopian Airlines nel quale morirono 157 persone. Lo ha comunicato l’unità di crisi della Farnesina alla vedova di Tusa, Valeria Patrizia Li Vigni. Tusa era su quel maledetto volo perché diretto in Kenia per un progetto dell’Unesco.

Il riconoscimento dei resti è stato fatto attraverso un esame comparativo del Dna dell’archeologo di fama internazionale che era anche assessore regionale ai Beni culturali. Gli accertamenti proseguono sugli oltre tremila reperti recuperati sul luogo dell’impatto. La società inglese incaricata degli accertamenti conta di concludere la sua attività entro il mese di ottobre.

L'assessore regionale ai Beni culturali della Regione siciliana, Sebastiano Tusa, sovrintendente del mare era tra i passeggeri a bordo dell'aereo dell'Ethiopina Airlines caduto questa mattina alle 8,44. Doveva andare a Malindi, Nairobi.

Il Boeing 737 della Ethiopian Airlines con 157 persone a bordo si è schiantato sei minuti dopo il decollo da Addis Abeba e non ci furono superstiti. Fra le vittime otto italiani, tra cui Tusa.

Aereo precipitato in Etiopia, Tusa doveva partecipare a una conferenza internazionale dell'Unesco - Foto

Tusa, 66 anni, era un noto archeologo molto conosciuto anche a livello internazionale. Un «tecnico» con la passione per la politica. Sovrintendente del Mare della Regione Siciliana, docente di Paleontologia presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, dall’11 aprile 2018 era stato chiamato a ricoprire la carica di assessore ai Beni Culturali per la Regione Siciliana nella giunta guidata dal Governatore Nello Musumeci dopo le dimissioni del critico Vittorio Sgarbi. L’ultima sua iniziativa di grande richiamo era stata l’allestimento di una mostra di Antonello da Messina al Palazzo Reale di Milano.

Aereo caduto in Etiopia, a bordo del Boeing 737 - Foto

Tusa è stato finora ricordato con alcune cerimonie: una si è svolta, alla presenza dei familiari, in cattedrale. Nell’atrio di palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale siciliana, è stata posta nei giorni scorsi un’istallazione di Salvatore Gentile che raffigura gli occhiali gialli solitamente usati da Tusa.

 

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook