Mercoledì, 18 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'EMERGENZA

Giardini Naxos piena di rifiuti dopo l'invasione delle spiagge dei turisti mordi e fuggi

di

L'assalto dei turisti “mordi e fuggi” ad area di parcheggio come a spiagge libere, ovvero non “presidiate” dai lidi, si è consumato ieri già di prima mattina, quando la località ionica si è risvegliata tra montagne di spazzatura e avanzi della movida del sabato notte.

I due chilometri di lungomare compresi che partono da Capo Schisò, passano dal centralissimo Tysandros e Naxos, per finire al confine con Taormina, sembravano assomigliare più ad una discarica a cielo aperto che, invece, ad un accogliente stazione turistica di livello internazionale.

I cumuli di rifiuti, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, hanno sopraffatto il suolo pubblico invadendo marciapiedi, piazzette e angoli di strada. L'amministrazione comunale si ritrova adesso, in piena stagione estiva, a dover gestire la doppia emergenza del caldo torrido e dell'immondizia abbandonata.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook