Lunedì, 16 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
SAN MARTINO DELLE SCALE

Incendi nel Palermitano, case evacuate e abitanti in fuga a Monreale

Venti famiglie (80 persone) sfollate, abitazioni danneggiate dalle fiamme e vigili del fuoco arrivati da altre province della Sicilia e da Reggio Calabria. Quella trascorsa è stata una notte di inferno attorno a Palermo e in provincia. Molti sfollati sono stati accolti nella scuola Antonio Veneziano di Monreale e per fortuna non ci sono stati feriti nel rogo, visibile dal capoluogo siciliano, che ha interessato monte Caputo e contrada Buttafuoco, nel territorio di Monreale, dove ancora stamane i Canadair effettuano lanci per spegnere gli ultimi focolai.

A Palermo le fiamme sono arrivate a ridosso delle abitazioni in contrada Falsomiele e alle pendici delle colline nel quartiere Villagrazia. In provincia, roghi ad Altofonte Altro incendio ad Altofonte, Cerda (in contrada Rina), Trappeto (contrada Badiellla) e Montelepre (contrada Cippi). Tra Termini Imerese e Trabia sono state evacuate 20 famiglie. Altro rogo a Petralia Sottana, in contrada Sant'Elia. A coordinare gli interventi, il comitato di sicurezza che è stato convocato in prefettura a Palermo.

Particolarmente coinvolti, si legge in una nota della prefettura di Palermo, sono stati i territori dei comuni di Altavilla Milicia, Bagheria, Balestrate, Belmonte Mezzagno, Camporeale, Cerda, Misilmeri, Monreale, Palermo (Oasi della Speranza e Via Messina Marina), Partinico, Terrasini, Torretta, Trabia. Sono state evacuate una ventina di abitazioni insistenti nel comune di Monreale (San Martino delle Scale) e 4 abitazioni del comune di Trabia.

Gli interventi sono stati posti in essere in sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte e con l'ausilio delle associazioni di volontariato. Per domare le fiamme, alimentate da un forte vento, sono ancora impiegati 130 unità dei Vigili del Fuoco e 35 mezzi; 81 unità del Corpo forestale della Regione Siciliana; 50 unità dell'Arma dei Carabinieri, 30 della Polizia di Stato e 10 pattuglie della Polstrada.

E ancora: un pattuglia della Guardia di finanza; un'autobotte e 2 unità messi a disposizione dalla Città metropolitana; 7 autoambulanze del 118. Allertati i presidi ospedalieri: G.F. Ingrassia, Policlinico per la camera iperbarica, il Civico. Non si registrano danni a persone. Per il tramite della Protezione civile regionale, sono intervenute 7 associazioni per un totale di 28 uomini e 6 mezzi.

Per il personale dei vigili del fuoco perverranno rinforzi dalle province di Catania, Enna, Agrigento, Ragusa e Trapani e, per il tramite del Centro operativo nazionale dei vigili del fuoco, dalle regioni Calabria e Campania.

«Gli incendi a Monreale e San Martino delle Scale sono certamente dolosi. Sono stati trovati quattro punti di fuoco distanti tra loro». Lo dice Filippo Principato, dirigente generale del Corpo forestale della Regione
Sicilia che insieme all’assessore al Territorio Totò Cordaro ha trascorso la notte nei luoghi degli incendi. «È quanto meno sospetto - aggiunge - che attorno a Palermo, nello stesso momento, siano divampati gli incendi. Alla luce di quanto stiamo accertando, pare possa esserci stata una regia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook