Giovedì, 22 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
MORTI IN MARE

Ferragosto tragico ad Aspra: un uomo annega in mare. Un disperso a Torretta Granitola

Disperso in mare dalla scorsa notte un 24enne di origine tunisina che dopo avere fatto un tuffo in mare con alcuni amici davanti alla costa di Torretta Granitola, per festeggiare il Ferragosto, non è più riemerso dalle acque. Sono stati i suoi amici a lanciare l'allarme. Le ricerche, che vanno ininterrottamente avanti dalle 2 circa, sono coordinate dagli uomini della Capitaneria di porto di Mazara del Vallo che in nottata sono stati coadiuvati dall’equipaggio di un velivolo dell’aeronautica militare di Birgi e dai vigili del fuoco del distaccamento di Castelvetrano.

Un elicottero e gli equipaggi dell’82esimo centro ricerca e soccorso sono impegnati nella ricerca dalla scorsa notte assieme a mezzi della Guardia costiera e della Guardia di finanza. La chiamata alla sala operativa del Centro SAR di Trapani, uno dei centri ricerca e soccorso dell’Aeronautica Militare dislocati sul territorio nazionale e pronti ad intervenire 24 ore su 24, è giunta poco prima delle tre. Dopo meno di un’ora l’elicottero, in contatto e coordinamento con i mezzi marittimi coinvolti, era già in volo sull'area per cercare di individuare il ragazzo, grazie all’utilizzo da parte di piloti ed operatori di bordo di speciali visori notturni. Dopo una prima fase di ricerca, dall’esito negativo, l’elicottero è in questo momento di nuovo in volo per proseguire l’attività sul tratto di mare assegnato.

Un uomo di 54 anni residente a Chicago è invece morto annegato nelle acque antistanti il lungomare di Aspra, dopo essersi buttato a mare durante la notte di Ferragosto. Il suo corpo dopo lunghe ricerche è stato recuperato dai militari della Capitaneria di Porto che con i mezzi hanno scandagliato lo specchio d’acqua davanti al lungomare.

Il mare era particolarmente burrascoso ieri notte per il vento di tramontana. L’uomo in compagnia di un parente stava facendo il bagno e da principio le onde avevano travolto entrambi mettendo subito in apprensione tutti i presenti che hanno iniziato a cercarli sulla spiaggia e in mare. Immediata è scattata la macchina dei soccorsi. Sul posto sono intervenute auto dei carabinieri, della Polizia di Stato per iniziare le ricerche e due autoambulanze per il soccorso mentre sopraggiungeva anche una motovedetta della Guardia costiera. Intervenuto anche il vice sindaco di Bagheria Daniele Vella e il tenente responsabile della polizia municipale Salvatore Pilato che si sono recati presso la banchina del porto di Porticello dove è stato condotto l’uomo dalla motovedetta. Inutili tutte le operazioni di soccorso. L’uomo era cianotico e non sono servite le operazioni di rianimazione. La salma è stata riconsegnata alla famiglia stamani intorno alle 4. «È una tragedia che ha funestato un giorno di festa - ha detto il vicesindaco Vella - «le condoglianze di tutta l’amministrazione alla famiglia del defunto». Il sindaco di Bagheria Filippo Tripoli si unisce al cordoglio:«Siamo vicini ai familiari in questo momento che da festa di è trasformato in tragedia dolore».

Due giovani che rischiavano di annegare sono stati invece salvati a Isola delle Femmine. I bagnanti hanno fatto una catena umana e sono riusciti a portare a riva i due che non riuscivano a tornare in spiaggia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook