Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
AMAM

Acqua, a Messina lotta ai morosi: incassato un milione in tre giorni

di

Ci contava l’Amministrazione comunale di Messina ma forse non sperava in numeri così strabilianti. In soli tre giorni, dall’8 al 10 ottobre, da quando cioè è scattata la “campagna d’autunno” contro i morosi dell’acqua, gli uffici dell’Amam hanno visto aumentare gli incassi del 276 per cento.

La paura di vedersi tagliata la fornitura idrica - si legge sulla Gazzetta del Sud in edicola - (nel caso delle utenze commerciali) o ridotta l’erogazione nei rubinetti di casa (se si tratta di utenze familiari) ha indotto molti a saldare il debito accumulato, avendo anche la possibilità di rateizzarlo.

«La linea dura paga – ribadisce il sindaco Cateno De Luca –, non vogliamo vessare nessuno, vogliamo solo che tutti paghino il giusto per pagare tutti meno». Ed è la linea d’azione che si è deciso di attuare, pur tra inevitabili polemiche e proteste. Ci sono stati casi di complessi condominiali che non hanno versato per anni le rate previste dalle bollette, all’insaputa dei singoli condomini.

Ci sono stati esercizi commerciali e importanti strutture ricettive che non hanno versato neppure un euro negli ultimi dieci anni, adducendo come giustificazione il fatto che “nessuno ha mai segnalato” la morosità. Il raffronto tra i giorni della prima decade di ottobre è emblematico, si arriva a 1 milione 26 mila euro se si tiene conto delle rateizzazioni sottoscritte.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook