Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
ACCUSA DI OMICIDIO

Uccise la compagna contagiandole l'Hiv, resta in carcere il 55enne messinese

Resta in carcere il 55enne messinese L.D.D., affetto da HIV, arrestato due settimane fa dopo un'inchiesta della Procura di Messina con l'accusa di omicidio per aver infettato la compagna, poi deceduta tra atroci sofferenze, l'avvocato messinese S.G., spirata nel 2017 a 45 anni.

Non fu curata per l'Aids contratto dal partner, e per questo aspetto c'è una seconda inchiesta a carico dei medici che la ebbero in cura.

I giudici del Riesame hanno infatti rigettato la richiesta di affievolimento della misura restrittiva, che nei giorni scorsi aveva presentato il suo legale, l'avvocato Carlo Autru Ryolo.

Annullato invece un capo di imputazione per tentativo di lesioni nei confronti dell’attuale compagna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook