Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
ROVIGO

Palermitano strangola e uccide la moglie ad Adria, l'ultimo messaggio: "Nessuno ti amerà quanto me"

femminicidio, omicidio, palermo, Giulia Lazzari, Roberto Lo Coco, Sicilia, Cronaca
Roberto Lo Coco e Giulia Lazzari

Non accettava che la sua storia d'amore con la moglie fosse ormai finita, un amore che Roberto Lo Coco ha trasformato in possessione, tanto da strangolare Giulia Lazzari, 23 anni, morta giovedì pomeriggio dopo 9 giorni di agonia all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo.

La coppia, entrambi originari di Palermo, viveva ad Adria insieme alla figlia di quattro anni. Lei faceva la cameriera, lui è disoccupato e tossicodipendente da eroina. Un rapporto ormai agli sgoccioli e proprio l'imminente separazione sarebbe il movente che ha spinto il 28enne ad aggredire la compagna e ad ucciderla.

L'uomo nelle ultime settimane aveva inondato il suo profilo Facebook di post e messaggi rivolti alla donna e ai loro problemi coniugali. «Non è giusto così. Io sono quello che sono ma tu hai sbagliato e mi hai fatto malissimo», scrive Lo Coco nel suo ultimo messaggio social.

«Non ci posso credere che tutto quell'amore che provavi per me sia scomparso. Non troverai mai uno che ti darà tutto l'amore che ti ho dato io. L'hai voluto tu questo, io non avrei mai voluto separarmi da te. Ciao», conclude il post dell'uomo, attualmente in carcere e accusato di omicidio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook