Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
RIFIUTI

Il porta a porta avanza a Messina, ma il 25 per cento dei cittadini non partecipa attivamente

di

Più ci si avvicina al centro città, a Messina, più il cammino per il porta a porta si fa in salita. E allora MessinaServizi pensa alle contromisure ma fa i conti anche con sacche di evasori che spuntano come funghi.

In questo mese, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, in due nuove zone, una a nord (la litoranea sino all'Annunziata) e una a sud ( Pistunina, Zafferia, San Filippo e Santa Lucia) è stata avviata la raccolta differenziata. A nord sono già spariti i cassonetti blu dell'indifferenziata.

A sud il ritiro è in corso, eppure, c'è una buona percentuale di abitanti della zona che non stanno facendo la raccolta nella maniera corretta o peggio non la stanno facendo affatto. Messina Servizi stima in un 20-25% il dato sulla popolazione che non partecipa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook