Sabato, 22 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Uccisero il "padre-padrone" con 57 coltellate, madre e due figli condannati a Palermo
GUP

Uccisero il "padre-padrone" con 57 coltellate, madre e due figli condannati a Palermo

condanna, omicidio, palermo, Sicilia, Cronaca
Salvatrice Spataro

Il gup del tribunale di Palermo, Guglielmo Nicastro, ha condannato a 14 anni di carcere ciascuno Salvatrice Spataro, detta Ilenia, e i figli Vittorio e Mario Ferrera, imputati dell’omicidio di Pietro Ferrera, marito della donna e padre degli altri due.

L’uomo, considerato un padre-padrone, fu assassinato con 57 coltellate la sera del 14 dicembre 2018, al culmine dell’ennesima lite con la moglie, da lui picchiata e maltrattata così come i figli.

Il giudice ha escluso l’aggravante della crudeltà e ha lasciato in piedi solo l’aggravante di avere assassinato un ascendente. I tre condannati dovranno risarcire i fratelli minori, figli della donna, costituiti parte civile con l’assistenza di un curatore speciale, l’avvocato Monica Genovese.

Salvatrice Spataro e i figli hanno fruito, oltre che delle attenuanti generiche ritenute prevalenti sulle aggravanti, anche dello sconto di pena legato al rito abbreviato, che prevede la riduzione di un terzo della pena. La richiesta dei pm Giulia Beux e Gianluca De Leo era stata proprio di 14 anni.

Nel corso dell’inchiesta e del processo erano venuti fuori particolari sconvolgenti delle violenze e dei soprusi subiti dai tre imputati da parte della vittima.

Omicidio a Palermo, restano in carcere moglie e figli: il fotoracconto

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook