Mercoledì, 08 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Papardo, Policlinico e Irccs Neurolesi: così si riorganizza la sanità a Messina
ASP

Papardo, Policlinico e Irccs Neurolesi: così si riorganizza la sanità a Messina

di
centro bonino pulejo, ospedale papardo, policlinico messina, sanità, Messina, Sicilia, Cronaca
Il Policlinico di Messina

Procede a ritmo sostenuto la rimodulazione degli assetti organizzativi della sanità messinese. Il 6 febbraio scorso, la giunta regionale guidata dal presidente Nello Musumeci ha approvato una serie di delibere che esprimono parere favorevole agli atti aziendali del Policlinico universitario “Gaetano Martino”, dell'ospedale Papardo, dell'Azienda sanitaria provinciale e dell'Irccs Bonino-Pulejo.

Affinché diventino operativi è necessario soltanto il decreto di presa d'atto firmato dall'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza e la conseguente pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Mancano solo i passaggi in Giunta di altre sei aziende, che saranno formalizzati la prossima settimana e poi, al massimo entro 30 giorni, tutto sarà messo nero su bianco.

Policlinico

Saranno riconvertite alcune strutture semplici e/o dipartimentali presenti nella programmazione regionale in altre strutture di maggiore utilità e, mantenendo invariati i posti letto, è prevista l'attivazione di nuove Unità operative. Quella semplice di Pediatria convertita in Neonatologia, «al fine di consentire il raggiungimento degli obiettivi di sicurezza e di qualità del punto nascita aziendale»; l'Unità operativa semplice (Uos) di Laboratorio di analisi convertita in Unità operativa semplice dipartimentale denominata “Genetica e farmacogenetica”, «volta all'allestimento dei farmaci antiblastici e alla effettuazione di indagini genetiche»; l'Unità operativa semplice di Emodinamica diventerà articolazione dipartimentale, chiamata “Cardiologia interventistica”; l'Unità operativa semplice dipartimentale (Uosd) di Chirurgia senza posti letto sarà trasformata in Chirurgia toracica, «dotata di parte dei posti letto della prima struttura».

In programma, inoltre, l'attivazione dell'Unità operativa semplice di Medicina d'urgenza, «con posti dedicati esclusivamente al Pronto soccorso per evitare il sovraffollamento in quest'ultimo e agevolare la rotazione dei pazienti nel reparto di Medicina»; l'Unità operativa semplice di Fisiopatologia respiratoria dotata di parte dei posti letto assegnati alla struttura complessa di Pneumologia, dedicata al trattamento intensivo dei pazienti con insufficienza respiratoria, da trattare con ventilazione meccanica non invasiva.

E ancora: l'Uos di Riabilitazione neurologica dotata di 18 posti letto su 26 assegnati alla struttura complessa di Riabilitazione; l'Uosd di Neurologia infantile, che disporrà di parte dei posti letto assegnati a Neuropsichiatria infantile; l'Uos di Terapia intensiva pediatrica, dotata di parte dei posti letto assegnati alla Terapia intensiva neonatale, «volta a garantire l'assistenza interventistica del bambino di età superiore ai 30 giorni»; l'Uosd di Neuroanestesia per l'assistenza anestesiologica specialistica del paziente neurochirurgico e neurologico; l'Uosd di Medicina legale, non prevista nel decreto assessoriale n 22 del 2019, «sul cui mantenimento la direzione generale del Policlinico ha insistito», in modo da garantire «l'inscindibilità dell'attività assistenziale di didattica e di ricerca».

A proposito delle professioni sanitarie, il dg del Policlinico Giuseppe Laganga ha assunto l'impegno di prevedere, per ciascuna di esse, un'Unità operativa semplice; inoltre, si è riservato, nell'ambito della propria autonomia gestionale, «la determinazione di istituire in una fase successiva ulteriori Unità operative semplici e/o dipartimentali, tenuto conto dei limiti imposti.

Papardo, nuovo Polo materno infantile

Riprogrammazione in vista anche per l'azienda ospedaliera Papardo di Messina, dove nel dipartimento Materno infantile rientrano l'Unità operativa semplice di Allergologia pediatrica, l'Unità operativa semplice dipartimentale Assistenza del neonato fisiologico e l'Unità operativa semplice dipartimentale di Diagnosi prenatale ed Ecografia operativa. Il dipartimento Medico include l'Unità operativa semplice di Angiologia medica, mentre il dipartimento Cardio-toraco-vascolare abbraccia le Unità operative semplici di Cardiochirurgia mininvasiva e strutturale e di Chirurgia toracica mininvasiva.

Nel dipartimento dei Servizi, poi, l'Unità operativa semplice di Senologia. In sostituzione dell'Unità operativa semplice dipartimentale di Assistenza al neonato fisiologico la direzione aziendale ha tuttavia proposto «l'istituzione della struttura semplice a valenza dipartimentale denominata Patologia perinatale e ha configurato la Breast Unit in Unità operativa semplice a valenza dipartimentale, come da raccomandazione assessoriale».

Il 6 febbraio scorso, la Giunta Musumeci ha espresso parere positivo alla richiesta del Papardo che venisse «cassata l'Unità operativa semplice dipartimentale di Patologia perinatale, nella considerazione che la stessa sarebbe chiamata a svolgere le funzioni dell'Unità operativa complessa di Neonatologia o dell'Utin, in base alla gravità del paziente neonato».

Medicina sportiva all'Irccs Neurolesi

Anche per l'Irccs Centro neurolesi “Bonino Pulejo” arriva dalla Regione il «parere favorevole sul Regolamento di organizzazione e funzionamento». Disco verde, quindi, dall'organo di governo alla riorganizzazione in base a cui l'Unità operativa semplice di Farmacia ospedaliera diventa articolazione dipartimentale denominata “Nuovi percorsi integrativi per l'inclusione e il reinserimento dei soggetti fragili”, in contrada Casazza.

Questo perché è ritenuta sufficiente, «per i volumi di risorse gestite», l'Unità operativa semplice dipartimentale di Farmaceutica ubicata nel presidio Piemonte»; l'Unità operativa semplice di Laboratorio di analisi prevista in contrada Casazza diventa Unità operativa semplice di Medicina applicata allo sport, afferente alla struttura complessa di Recupero e riabilitazione funzionale, alla luce del protocollo d'intesa con il Comitato italiano paraolimpico per il reinserimento dei soggetti diversamente abili nella vita quotidiana, «essendo, invece, sufficiente, per i volumi di attività e di risorse gestite, l'Unità operativa semplice dipartimentale di Laboratorio di analisi del presidio Piemonte».

E ancora: l'Uos di Utic prevista al Piemonte, che è stata accorpata alla Cardiologia, viene convertita in Unità operativa semplice dipartimentale di Odontoiatria speciale riabilitativa, «che nasce dall'esigenza di assicurare un servizio ai pazienti assistiti/ricoverati nell'Istituto che necessitano di trattamenti specifici odontostomatologici e al fine di evitarne lo spostamento in altre strutture, ubicate altrove». Non ritenuta compatibile con la missione dell'Irccs la previsione dell'Uosd di Chirurgia vascolare «quale trasformazione dell'Unità operativa semplice di Chirurgia generale del presidio ospedaliero Piemonte».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook