Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Truffe sul reddito di cittadinanza, si moltiplicano le denunce in Sicilia
IL CONTRIBUTO

Truffe sul reddito di cittadinanza, si moltiplicano le denunce in Sicilia

È una realtà sommersa sempre più ampia. Si moltiplicano i casi di persone che incassano il reddito di cittadinanza senza avere maturato il diritto. Così 14 persone, tra cui sei donne italiane e un cingalese, sono state denunciate dai carabinieri a Viagrande.

Tra loro, anche un uomo in libertà vigilata con condanne definitive per associazione mafiosa. Devono tutti rispondere anche di falsità in scrittura privata e truffa aggravata. L’indagine è scattata in seguito all’elevato numero percettori del reddito di cittadinanza a Viagrande, ben 245.

Dai controlli, è emerso che gli indagati avrebbero alterato i dati dello stato civile nella documentazione fornita all’Inps, in particolare per quanto riguarda la composizione del proprio nucleo familiare. Risultavano come abitanti da soli per non cumulare i redditi degli altri appartenenti del nucleo familiare, così da poter godere del beneficio. Tra gli indagati c’è chi ha dichiarato di vivere a Viagrande pur senza essere iscritto all’anagrafe o chi invece ne era stato cancellato per irreperibilità.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook