Martedì, 19 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca I "figli d'arte" di Cosa nostra barcellonese, i primi 4 fanno scena muta dal gip
MAFIA

I "figli d'arte" di Cosa nostra barcellonese, i primi 4 fanno scena muta dal gip

La prima lunga giornata degli interrogatori di garanzia per l'operazione Dinastia sui “figli d'arte” di Cosa nostra barcellonese, che ha portato a 59 arresti, s'è dipanata in diverse carceri dell'Isola e d'Italia. Ieri si sono per esempio svolti “faccia a faccia” a Messina, Barcellona, Siracusa e Catania.

A Messina il gip Marino ha ascoltato gli indagati Giovanni Fiore, di Milazzo, e Salvatore Piccolo, di Terme Vigliatore. Sia Fiore che Piccolo si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Un altro step s'è avuto a Barcellona con gli indagati Carmelo Benenati e Carmelo Cannistrà, entrambi di Barcellona. Anche in questo caso “scena muta”.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Messina. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook