Mercoledì, 02 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Movida "selvaggia" a Messina: assembramenti, locali chiusi e risse per strada
VIE BATTISTI E GARIBALDI

Movida "selvaggia" a Messina: assembramenti, locali chiusi e risse per strada

Polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili urbani di Messina al lavoro sulla movida di Messina. Controlli a tappeto su bar e ristoranti, per due di questi è stata decisa la sospensione immediata dell’attività.

Nel primo caso, il Dejavù di via Cesare Battisti, all’interno del locale sarebbero stati presenti diversi minorenni. Al titolare è stata contestata la inosservanza delle misure anti assembramento previste per i locali pubblici in relazione all’emergenza Coronaviurs. Ma anche l'occupazione abusiva del suolo pubblico, la somministrazione di bevande alcoliche in difetto di autorizzazione e senza utilizzare bicchieri monouso, come prevista dall'ordinanza del sindaco di Messina, Cateno De Luca.

Simili i reati contestai al secondo locale, il Perbacco, anche questo in via Cesare Battisti: chiuso per inosservanza delle misure anti assembramento, per l'occupazione abusiva del suolo pubblico e per la somministrazione di bevande alcoliche senza utilizzare bicchieri monouso.

A tarda notte registrata un rissa tra giovani in via Garibaldi. Quattro, di età fra i 18 e i 26 anni, sono stati denunciati dagli agenti delle Volanti.

I poliziotti sono intervenuti intorno alle tre di notte, all'angolo fra via Garibaldi e via Battisti, dopo una segnalazione. Hanno trovato alcuni giovani circondati da una folla di curiosi. Due dei ragazzi coinvolti hanno riportato ferite da taglio giudicabili guaribili rispettivamente in 4 e 8 giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook