Giovedì, 29 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pakistano assassinato a Caltanissetta: un altro fermo per l'omicidio
CAPORALATO

Pakistano assassinato a Caltanissetta: un altro fermo per l'omicidio

caltanissetta, caporalato, omicidio, Adnan Siddique, Sicilia, Cronaca
Adnan Siddique

Un'altra persona è stata fermata per il delitto di Adnan Siddique, il pakistano di 32 anni, assassinato il 4 giugno per avere preso le difese di alcuni connazionali vittime di caporalato.

Su provvedimento della Procura di Caltanissetta, polizia e carabinieri hanno fermato un pakistano di 20 anni, Shariel Awan Muhammed con l'accusa di concorso in omicidio Indagando su alcuni soggetti della comunità pakistana che da tempo si sono stabiliti a Caltanissetta e in orovincia, la polizia avrebbe raccolto gravi elementi nei confronti del ventenne; per gli investigatori il delitto sarebbe stato commesso da un vero e proprio commando.

L'abitazione del giovane, che si trova nel centro storico di Caltanissetta, è stata perquisita dai poliziotti della Squadra mobile che hanno trovato e sequestrato due cappelli e tre giravite, che probabilmente potrebbero essere stati utilizzati per commettere l'omicidio.

Sono stati perquisiti anche alcuni locali del padre di Shariel, dove gli agenti hanno trovato uno zaino, avvolto in un tappeto, dove erano nascosti i documenti, compresi i passaporti, di due dei soggetti già arrestati nei giorni scorsi dai carabinieri per l'omicidio di Adnan.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook