Domenica, 20 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bonifica del litorale di Messina, rimossa una decina di relitti di barche a Torre Faro
MESSINASERVIZI

Bonifica del litorale di Messina, rimossa una decina di relitti di barche a Torre Faro

Continua l'attività di controllo e bonifica del litorale di Messina da parte della Polizia Specialistica al comando del comandante vicario commissario Giovanni Giardina con il costante supporto del Sindaco ed il coordinamento dell'assessore Dafne Musolino.

Questa mattina la squadra Spiaggia e Torrenti con il supporto del personale della Messinaservizi Bene Comune hanno rimosso una decina di relitti di natanti dall'arenile di Torre Faro. L'intervento è iniziato in via I° Palazzo, a completamento dell'attività di lunedì scorso, per poi proseguire in piazza Chiesa dove, nello specchio d'acqua, è stato prelevato un relitto sommerso grazie a l'aiuto di alcuni pescatori del posto, oltre a rifiuti di vario genere e due relitti di natanti abbandonati sull'arenile. In via Fortino sono stati prelevati quattro relitti di barche e rifiuti vari sempre legati all'attività di pesca un tempo svolta dai pescatori del villaggio.

La Polizia Specialistica è poi intervenuta nella zona sud della città, dove era stato realizzato un deposito temporaneo di rifiuti in assenza di qualsiasi autorizzazione su un terreno privato del villaggio San Filippo. L'area è stata posta sotto sequestro giudiziario ed il responsabile deferito all'autorita giudiziaria.

Continuano anche i controlli nelle aree di mercato. Le verifiche effettuate hanno portato a contestazioni di illeciti per occupazioni abusive di suolo pubblico sia di natura penale che amministrativa. Copia degli atti verranno ora trasmessi, oltre che all’autorità giudiziaria , anche agli uffici del dipartimento servizi alla persona e alle imprese al fine di emanare il relativo provvedimento attraverso il quale verrà disposta la chiusura per almeno cinque giorni dell’attività con obbligo per l’esercente di rimuovere ogni abuso prima di ottenere la riapertura dei propri locali.

Anche nell’area del mercato ex Mandalari gli uomini della polizia specialistica hanno sanzionato due ambulanti che illecitamente si erano posizionati all’interno dell’area del mercato e nelle sue vicinanze. Oltre ad una sanzione amministrativa di 308 euro i poliziotti hanno proceduto al sequestro della merce consistente in svariate cassette di frutta e circa 3000 accessori vari per computer, bigiotteria e elettro utensileria posti in vendita senza la prescritta licenza commerciale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook