Martedì, 04 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina saluta Davide: domani in Duomo i funerali del giovane morto in Sardegna
LA TRAGEDIA

Messina saluta Davide: domani in Duomo i funerali del giovane morto in Sardegna

di

Il desiderio di chi ha condiviso con Davide gli anni più belli è di regalargli un ultimo abbraccio proprio lì dove pochi mesi fa aveva conseguito la maturità, all'istituto Jaci.

Domani mattina, alle 10 al Duomo, si terranno i funerali di Davide Luna, il ragazzo di 19 anni la cui giovanissima vita si è spezzata lunedì notte, mentre trascorreva in Sardegna la vacanza più bella, per un giovane: quella con la quale si festeggia, appunto, l'agognato traguardo del diploma.

Proprio per questo è stata chiesta l'autorizzazione per portare far sostare brevemente il feretro di fronte alla sua scuola, insieme ai suoi compagni, agli insegnanti. A chi ha gioito con lui e adesso soffre maledettamente per lui. La scorsa notte la salma di Davide è tornata a casa, a Messina, da Cagliari, lì dove è toccato agli zii il terribile compito del riconoscimento e quindi del trasferimento dalla Sardegna alla Sicilia.

Davide era partito con degli amici qualche giorno fa per trascorrere una vacanza in Sardegna. Lunedì aveva passato la giornata al mare, nella spiaggia di Poetto, il litorale cagliaritano, al “confine” con Quartu Sant'Elena. La tragedia si è consumata in serata, lungo la Statale 130 che conduce a Cagliari, sfociando nella Statale 195. Davide e un suo amico, il ventenne F.F., avevano noleggiato uno scooter, per girare senza problemi tra le varie tappe del loro viaggio della maturità.

Poi, d'un tratto, intorno alla mezzanotte, per cause che ancora sono da accertare (ad indagare sono i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Cagliari e della Stazione di Sant'Avendrace), Davide ha perso il controllo del motorino ed è andato fuori strada. L'impatto con il guardrail non gli ha lasciato scampo: il 19enne è morto sul colpo, mentre l'amico ventenne è rimasto gravemente ferito, tanto da dover essere operato d'urgenza all'ospedale Santissima Trinità di Cagliari.

Una telefonata nel cuore della notte ha comunicato la più terribile delle notizie ai genitori di Davide, a Messina, che già qualche anno fa avevano dovuto sopportare l'atroce dolore della perdita del fratello. Un dramma nel dramma, che ha gettato nello sconforto una famiglia, i tanti, tantissimi amici di Davide e chiunque avesse conosciuto un ragazzo dipinto come affettuoso, disponibile, sempre generoso e altruista.

Domani il momento che nessuno avrebbe mai potuto pensare di vivere, l'ultimo saluto. Un addio che verrà accompagnato dal simbolo di quelle tragedie che avvengono troppo presto: una accecante distesa di palloncini bianchi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook