Mercoledì, 05 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il mare siciliano in agonia per l'inquinamento: allarme rosso a Villafranca e Barcellona
GOLETTA VERDE

Il mare siciliano in agonia per l'inquinamento: allarme rosso a Villafranca e Barcellona

di

Quindici punti su 26 “campionati” lungo la costa siciliana risultano oltre i limiti di legge per la cattiva depurazione o gli scarichi illegali e, di questi, 10 sono fortemente inquinati.

Tecnici e volontari di Goletta Verde, la campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all'informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque, hanno fornito i dati acquisiti: foci di fiumi e torrenti, scarichi e piccoli canali che spesso troviamo sulle spiagge rappresentano i veicoli principali di contaminazione batterica dovuta alla insufficiente depurazione dei reflui urbani o agli scarichi illegali che, attraverso i corsi d'acqua, arrivano in mare.

Sulle coste siciliane sono stati due i punti monitorati in provincia di Messina, entrambi fortemente inquinati: si tratta di un punto sulla spiaggia libera sul lungomare Colombo, in località Divieto, nel comune di Villafranca Tirrena, e di uno alla foce del torrente Patrà, in località Cantone, nel Comune di Barcellona Pozzo di Gotto.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Messina della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook