Domenica, 20 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Capo d'Orlando, manca il rifornimento d'acqua: il laghetto rischia di scomparire
ACQUA STAGNANTE

Capo d'Orlando, manca il rifornimento d'acqua: il laghetto rischia di scomparire

di

Uno dei simboli di Capo d'Orlando rischia di scomparire. È il laghetto del promontorio della città paladina che il mancato rifornimento d'acqua dallo specchio di mare lì accanto ubicato sta prosciugando. Il mancato ricambio d'acqua rischia anche, come ha reso noto l'ex assessore alla Sanità del comune paladino, Cono Russo, di creare problemi igienici alla zona perché l'acqua stagnante è portatrice di malattie infettive.

Dal canto suo Salvatore Granata, di Legambiente, accende i fari su quella zona dell'arenile del promontorio e dice: «Nell'insieme si tratta di un contesto di notevole pregio naturale e paesaggistico, che dovrebbe perciò essere protetto e curato anche attraverso la ripulitura rimuovendo dal fondale materiali estranei e da sostanze inquinanti oggi abbondantemente presenti. L'iniziativa del dottor Cono Russo va in questa direzione ed è certamente meritevole di attenzione». L'arenile dove si trova il cosiddetto “laghetto” si è formato negli anni ‘60 del secolo scorso, a seguito della costruzione delle prime opere portuali, poi abbandonate, ai piedi del promontorio.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Messina 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook