Sabato, 19 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tragedia sulla A20, San Filippo del Mela piange per la morte di Delia
AVEVA 52 ANNI

Tragedia sulla A20, San Filippo del Mela piange per la morte di Delia

di

Toccherà alla polizia stradale di Barcellona ricostruire l'incidente mortale che ha funestato la prima domenica di agosto in provincia. Abbastanza complessa infatti appare la dinamica della collisione tra la moto della 52enne Delia Scimone e la Fiat Punto sulla quale si trovavano due donne rimaste ferite. L'unica certezza al momento sarebbe quella che entrambi i mezzi viaggiavano nella stessa direzione (Messina) dell'A20. La sfortunata Delia stava rientrando a casa a bordo della propria moto dopo aver terminato il turno di lavoro in un locale di Montalbano. Tanta strada, nel cuore della notte, per portare pochi euro a casa. Dalle nostre parti funziona purtroppo così. La donna, dopo e aver percorso la strada provinciale verso il mare, sarebbe entrata in autostrada dal casello di Falcone per poi uscire a Milazzo. La sua vita si è fermata nel tratto di autostrada tra Falcone e Barcellona gettando nella disperazione i familiari ed i tanti amici.

Oggi pomeriggio alle 18 l'ultimo saluto a San Filippo del Mela. E saranno in tanti a voler dimostrare affetto e vicinanza ad una famiglia conosciuta anche a Milazzo formata da onesti e stimati lavoratori.

Sono invece ancora ricoverate all'ospedale di Patti le due donne che viaggiavano sull'autovettura. La conducente della Fiat Punto è stata sottoposta al test per verificare se si trovava in stato di alterazione psicofisica, che ha dato esito negativo. Ieri mattina gli agenti della Stradale sono ritornati sul lungo dell'incidente per ulteriori accertamenti e capire quale sia stato il punto dell'impatto. Delia Scimone è stato ritrovata priva di vita all'interno dello spartitraffico di sinistra, mentre l'auto delle due donne nella carreggiata opposta, capovolta. Qui si è sfiorata l'ennesima tragedia perché si sarebbe potuto verificare un altro incidente con i mezzi che proseguivano in direzione Palermo. A quell'ora per fortuna il traffico non era intenso.

Gli agenti hanno anche proceduto, su disposizione del sostituto procuratore di Barcellona, Matteo De Micheli al sequestro dei due mezzi e del casco. Si cerca di non trascurare alcun particolare anche per verificare eventuali responsabilità. Qualsiasi verità potrà venir fuori non servirà a restituire alla famiglia la loro Delia.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook