Giovedì, 01 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, tangenti a Bellolampo: arrestati il direttore della discarica e due imprenditori
DIA

Palermo, tangenti a Bellolampo: arrestati il direttore della discarica e due imprenditori

La Dia di Palermo ha arrestato, in flagranza del reato di corruzione aggravata, tre persone: gli imprenditori Emanuele Gaetano Caruso, 53 anni, di Paternò, che opera nel settore dei rifiuti e Daniela Pisasale, 45 anni di Siracusa, rappresentante della 'Realizzazioni e Montaggi s.r.l'. ed amministratore unico della 'Ecoambiente Italia srl' di Siracusa.

In manette, infine, Vincenzo Bonanno, 62 anni di Palermo, direttore tecnico della discarica di Bellolampo - gestita dalla Rap spa, società partecipata del Comune di Palermo - definita dalla Commissione regionale antimafia «simbolo della crisi dei rifiuti in Sicilia» e che si occupa della lavorazione dei rifiuti solidi urbani provenienti dai Comuni di Palermo e di Ustica.

Nella tarda mattinata di ieri, gli investigatori della Dia a conclusione di un prolungato servizio di osservazione e pedinamento hanno sorpreso Caruso che consegnava a Bonanno una busta con 5000 euro in contanti. Una successiva perquisizione ha consentito di rinvenire, in un’autovettura, ulteriori 13.250 euro. L’intera somma di denaro è stata sequestrata.

L’indagine è stata coordinata dal procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia Paolo Guido e dai sostituti Claudia Ferrara e Gianluca De Leo. L’operazione della Dia rientra in una più ampia indagine, con il coordinamento della Dda, diretta ad esplorare i concreti interessi della criminalità organizzata di stampo mafioso nel ciclo dei rifiuti.

La Rap di Palermo ha avviato il «commissariamento» interno della discarica di Bellolampo. Il presidente di Rap, Giuseppe Norata, comunica di avere avviato la procedura di commissariamento interno della discarica, affidando l’incarico a due dirigenti interni: Antonino Putrone (responsabile dell’area tecnica) e l’avvocato Maria Concetta Codiglione, che è per altro anche responsabile dell’Anticorruzione dell’azienda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook