Lunedì, 30 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Appalti del Consorzio autostrade, chiusa l'inchiesta a Messina: 6 gli indagati
"FUORI DAL TUNNEL"

Appalti del Consorzio autostrade, chiusa l'inchiesta a Messina: 6 gli indagati

di
appalti, fuori dal tunnel, Alfonso Edoardo Schepisi, Angelo Puccia, Fabrizio Notari, Francesco Fundarò, Girolamo Ponzio, Saverio Ferrazzano, Messina, Sicilia, Cronaca
Appalti al Consorzio autostrade

Sei indagati. Un quadro di accuse che non è mutato. È questo l'atto di chiusura delle indagini preliminari dell'operazione “Fuori dal tunnel”, l'indagine della sezione operativa della Dia di Messina che nel giugno scorso portò per l'ennesima volta al centro dell'attenzione della Procura l'attività del Cas, il Consorzio delle autostrade siciliane.

In questa inchiesta gli indagati principali sono due funzionari del Cas, l'ingegnere Angelo Puccia, che è anche consigliere comunale di Castelbuono, e il collega Alfonso Edoardo Schepisi; è coinvolto anche l'imprenditore Fabrizio Notari, rappresentante legale della Notari Luigi spa. Ma ci sono altri tre indagati nell'inchiesta, il cui nome compare nell'atto di chiusura indagini. Si tratta di Saverio Ferrazzano, imprenditore e amministratore della “Tindari scarl” e della “Capo d'Orlando scarl”, dell'imprenditore Francesco Fundarò, che sarebbe entrato in gioco come sub-appaltatore dei lavori della galleria “S. Alessio”, e infine di Girolamo Ponzio, come dipendente dell'impresa che si occupò dei lavori di ripristino dell'asfalto lungo il viadotto Calamo.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Messina. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook