Mercoledì, 28 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Dissesto, dopo 15 anni a Sinagra un progetto per la via di fuga nel centro storico
REGIONE

Dissesto, dopo 15 anni a Sinagra un progetto per la via di fuga nel centro storico

Quindici anni di attesa per un'opera che a Sinagra, nel Messinese, restituirà piena fruibilità a un intero versante grazie ad un collegamento di grande importanza. La Struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, raggiunge l'ennesimo significativo risultato.

Gli Uffici di piazza Ignazio Florio, sotto la direzione di Maurizio Croce, hanno infatti aggiudicato la progettazione esecutiva all’ingegnere Vittorio Cacioppo, in ragione di un ribasso del 39,6 per cento e per un importo complessivo di tredicimila euro.

Il progetto riguarderà la realizzazione di una via di fuga nel centro storico del paese, con l'adeguamento del percorso esistente. Nella fattispecie, verrà costruito un ponte che attraversa il torrente Immillaro, con interventi di regimentazione delle acque.

Attualmente, le due sponde non sono collegate e, per attraversare il corso d'acqua si percorre il letto del canale in quel tratto che risulta asfaltato. Nei periodi di pioggia intensa non è quindi possibile percorrerlo, con la conseguenza del sostanziale isolamento della frazione Baronia.

L'area in questione è nella periferia orientale, nel tratto vicino alla località Vecchia Marina, e il collegamento che si intende garantire è quello tra la strada comunale Sinagra-Baronia-Farano e la via San Marco. Il ponte sarà a due corsie, con un marciapiede in entrambi i lati e per una larghezza complessiva di dodici metri. La pavimentazione sarà in asfalto e le strutture di sostegno saranno rivestite in pietra locale

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook