Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, morta in un burrone. Il fidanzato si avvale della facoltà di non rispondere
INTERROGATORIO FIUME

Palermo, morta in un burrone. Il fidanzato si avvale della facoltà di non rispondere

L'indiziato avrebbe continuato a negare di essere il responsabile della morte della fidanzata.
burrone, caccamo, palermo, Pietro Morreale, Roberta Siragusa, Sicilia, Cronaca
Pietro Morreale e Roberta Siracusa

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Pietro Morreale, 19 anni, fidanzato di Roberta Siragusa, la ragazza di 17 anni, il cui corpo è stato ritrovato in un dirupo alle porte di Caccamo (Palermo), ieri mattina, dopo che sabato sera avevano preso parte a una festa con amici, durante la quale ci sarebbe stata tra i due una breve lite.

Morreale, a cui viene contestato il reato di omicidio, si trova ancora nella caserma della compagnia dei carabinieri di Termini Imerese dove è stato trasferito ieri pomeriggio, dopo che ieri mattina, accompagnato dal padre e del legale, aveva indicato ai militari il luogo in cui è stato ritrovato il cadavere che presentava anche segni di bruciature. Il giovane, difeso dall’avvocato Giuseppe Di Gesare, non ha confessato, ha precisato ieri il suo legale che afferma: «Siamo in attesa delle decisioni che adotterà il magistrato». Giacomo Barbara, il sostituto della procura di Termini Imerese che coordina le indagini, si trova ancora nella caserma dei carabinieri di Termini Imerese

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook