Lunedì, 19 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Doppio gioco", le mani dei clan catanesi sulle scommesse online: 336 indagati e 23 misure
COSA NOSTRA

"Doppio gioco", le mani dei clan catanesi sulle scommesse online: 336 indagati e 23 misure

Dodici in carcere, due ai domiciliari e nove interdizioni. I reati contestati vanno dall’esercizio abusivo di gioco e scommesse, evasione fiscale, truffa aggravata, autoriciclaggio, aggravati dall’agevolazione della mafia.

Le mani del clan Santapaola-Ercolano sulle scommesse sportive on-line. C'era anche questo business tra gli affari di Cosa nostra di Catania su cui ha fatto luce la Guardia di finanza con l’operazione scattata all’alba, denominata «Doppio gioco», tra la Sicilia, l’Emilia Romagna e la Puglia, la Germania, la Polonia e Malta. Sono 336 gli indagati, 23 le misure cautelari (12 in carcere, due ai domiciliari e 9 interdizioni). Sequestrati disponibilità finanziarie, terreni e società per 80 milioni di euro.

In azione all’alba hanno preso 150 finanzieri del Comando provinciale della Guardia di finanza di Catania, con il supporto e la collaborazione dello Scico (Servizio Centrale investigazione criminalità organizzata), per notificare l’ordinanza emessa dal gip presso il locale Tribunale, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia ipotizzando a vario titolo, i reati che vanno dall’esercizio abusivo di gioco e scommesse, evasione fiscale, truffa aggravata, autoriciclaggio, aggravati dall’agevolazione della mafia. Alle 10 conferenza stampa presso il Nucleo di polizia economico-finanziaria di Catania.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook