Lunedì, 18 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Autostrade siciliane, i nodi da sciogliere
INFRASTRUTTURE

Autostrade siciliane, i nodi da sciogliere

di
Oggi confronto a Catania tra i prefetti, i vertici del Cas e l’ispettore del Ministero delle Infrastrutture
autostrade siciliane, verifiche, Sicilia, Cronaca
I lavori sull'autostrada A20 Messina Palermo

Si apre una nuova settimana clou sul fronte delle autostrade, dopo le verifiche e le varie osservazioni finite sotto la lente d'ingrandimento. In seguito agli accertamenti eseguiti sulla A20 Messina-Palermo da parte del dirigente del ministero delle Infrastrutture ing. Placido Migliorino, la scorsa settimana il Cas ha predisposto le prove di carico su alcuni dei viadotti (in particolare quelli di Tonnarazza, sul territorio di Spadafora, e Torregrotta). Stamattina, alle 10,30, si svolgerà un incontro con l'ing. Migliorino nella sede dell'Anas di Catania, alla presenza dei vertici e dei consulenti del Cas, e dei prefetti che sono stati coinvolti. Si aprirà il confronto sui recenti risvolti e sulle scelte intraprese. Quanto alla A20, Migliorino aveva rilevato alcune criticità per le quali aveva chiesto al Consorzio l'adozione di specifici provvedimenti. Dal canto suo l’ente, presieduto dall’avvocato Franco Restuccia, ha avviato le prove di carico sui due viadotti Tonnarazza e Torregrotta, i cui esiti hanno evidenziato «un’ottima capacità di prestazione dei manufatti», e «l’assenza di frecce residue allo scarico hanno confermato il perfetto comportamento elastico» delle strutture, hanno specificato i vertici del Cas.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook