Mercoledì, 04 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca AperiVax a Palermo: rispondono movida, lavoratori e... vip
LA CAMPAGNA

AperiVax a Palermo: rispondono movida, lavoratori e... vip

Vaccinati molti i giovani, ma anche ultrasessantenni: persone che non si erano immunizzate finora e che, probabilmente, non sarebbero venute in un centro vaccinale

Energia ed entusiasmo, ieri sera, per i vaccini al Nautoscopio, voluti dalla struttura commissariale per l’emergenza Coronavirus a Palermo, in collaborazione con il locale di piazza Capitaneria di porto. Si sono vaccinati clienti del Nauto, ma anche lavoratori e loro familiari, tutti ben felici di approfittare dell’occasione di una serata di musica in riva al mare dal potente effetto esorcizzante su timori e diffidenze. La bellezza vince sempre, confermano gli avventori. Lorenza, 21 anni, tra le prime ad arrivare, ha saputo dell’iniziativa dai social: "Ho pensato che era una buona opportunità per vaccinarmi e, intanto, godermi il panorama che si vede da qui", dice con un gran sorriso. Molti clienti del locale, come lei, sono venuti apposta per immunizzarsi in un contesto più rilassato e sereno; altri hanno deciso lì per lì: non si aspettavano di trovare il camper dei medici Usca della struttura commissariale dentro il Nauto per le somministrazioni.

Nel pomeriggio si era partiti dai lavoratori del Nauto e dai loro familiari che avevano espresso la volontà di vaccinarsi. Appelli a proteggersi dal Covid e a partecipare all’AperiVax sono arrivati anche da volti noti palermitani come Fabrizio Sansone, del duo di attori comici "I Sansoni", e Cristiano Pasca, autore e conduttore televisivo ed ex inviato delle Iene, che ha scelto di ricevere la sua seconda dose di vaccino proprio ieri sera all’AperiVax, dopo la prima, circa un mese fa, alla Fiera del Mediterraneo.

"Siamo contenti di com'è andata, non era facile nè scontato ricevere una risposta di questo tipo: è servito a confermare la bontà di questa strategia - afferma il commissario all’emergenza Covid della Città metropolitana di Palermo, Renato Costa -. Abbiamo centrato il target cui puntavamo: lavoratori e avventori del locale, la maggior parte sono state prime dosi. Molti i giovani, ma abbiamo vaccinato anche ultrasessantenni: persone che non si erano immunizzate finora e che, probabilmente, non sarebbero venute in un centro vaccinale. Tra queste, anche uno dei parcheggiatori della Cala che ha espresso la volontà di immunizzarsi ieri nel nostro camper. Abbiamo anche stasera per replicare il successo di ieri, ma la grande partecipazione che abbiamo già visto ci convince che il vaccino di prossimità è la strada maestra per raggiungere chi è ancora indeciso o restio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook