Domenica, 07 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Allerta caldo e incendi in Sicilia: quattro province a rischio. Brucia ancora il Palermitano
NEL PALERMITANO

Allerta caldo e incendi in Sicilia: quattro province a rischio. Brucia ancora il Palermitano

Impegnati i vigili del fuoco, i forestali e i canadair

La Protezione Civile regionale ha diffuso un bollettino di allerta per rischio incendi e ondate di calore per la giornata di domani. Le province più a rischio sono Palermo, Trapani e Agrigento e Siracusa.

Continuano i giorni caldi in Sicilia, dal punto di vista degli incendi: i vigili del fuoco, i forestali e i canadair sono impegnanti in due roghi divampati a Marineo e a Bolognetta in provincia di Palermo.

A Marineo le fiamme stanno divorando ettari di macchia mediterranea non distante dal bosco di Ficuzza in contrada San Vito. A Bolognetta il fronte di fuoco molto vasto è in contrada Tumminia. Anche in questo caso l’incendio sta distruggendo ettari di vegetazione.

La ripresa degli incendi nelle Madonie sta mettendo in crisi le aziende agricole e gli allevamenti rimasti privi del foraggio per gli animali. Il fronte di fuoco oggi ha interessato San Mauro Castelverde che già nei giorni scorsi aveva fronteggiato incendi di vaste dimensioni. «Il 70 per cento del territorio è stato devastato. Al danno ambientale si aggiunge ora quello che colpisce un intero sistema produttivo. Davanti a noi c'è la disperazione», dice il sindaco Giuseppe Minutilla che anche oggi ha seguito le operazioni di spegnimento a cui hanno partecipato canadair, vigili del fuoco, squadre di volontari e della Protezione civile.

Solo a San Mauro Castelverde sono stati bruciati vivi 50 bovini. Altri tremila sono stati messi in salvo ma non c'è foraggio sufficiente. È lo stesso problema degli allevatori di Gangi dove gli incendi hanno ucciso decine di animali e danneggiato diverse strutture produttive. La sopravvivenza degli allevamenti è ora affidata alla donazione di foraggio da parte di allevatori risparmiati dai roghi e all’uso delle poche scorte salvate dalle fiamme. Per promuovere un controllo diffuso e per individuare strategie di intervento il prefetto di Palermo ha convocato per lunedì una riunione con i sindaci dei paesi più colpiti.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook