Lunedì, 18 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Prima pulisce e poi rapina: colf raggira e deruba datore di lavoro nel Catanese
CARABINIERI

Prima pulisce e poi rapina: colf raggira e deruba datore di lavoro nel Catanese

Un automobilista ha avvertito i carabinieri della presenza di un uomo dolorante e sanguinante che aveva poco prima subito una rapina.

Con l’aiuto di un complice che lo ha aggredito, una collaboratrice domestica ha derubato l’uomo per cui aveva eseguito dei lavori: è quanto ricostruito dai carabinieri della Stazione di Motta Sant'Anastasia, nel Catanese, che hanno arrestato un 26enne e una 19enne, entrambi di Belpasso, indagati per rapina aggravata e lesioni personali aggravate in concorso.

Le indagini sono state avviate lo scorso 8 settembre quando un automobilista nella zona del Cimitero di Motta Sant'Anastasia, aveva avvertito i militari della presenza di un uomo dolorante e sanguinante che aveva poco prima subito una rapina.

La vittima aveva contattato la 19enne dopo aver visionato l’annuncio, da quest’ultima pubblicato su un sito specializzato, per eseguire dei lavori di pulizia in un suo immobile nella provincia di Messina. La ragazza avrebbe eseguito la prestazione pattuita lo scorso 31 agosto e, dopo qualche giorno, lo avrebbe contattato dichiarandosi disponibile ad altri lavori di pulizia, così concordando un appuntamento nella zona del cimitero per prendere accordi diretti.

La vittima presentatasi all’appuntamento, mentre si trovava a bordo della propria auto a parlare con la ragazza, veniva però aggredita dal 26enne, mentre la ragazza lo derubava del portafoglio contenente documenti e 400 euro, del cellulare e delle chiavi della macchina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook