Lunedì, 18 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, “ritoccavano” le tasse: condanne definitive per quattro impiegati comunali
L'INCHIESTA

Palermo, “ritoccavano” le tasse: condanne definitive per quattro impiegati comunali

Sconti pilotati che in primo grado a tre imputati erano costati pene elevatissime, oltre i 12 anni

Hanno chiesto tutti il differimento della pena per motivi di salute o la sospensione in attesa della possibile assegnazione ai servizi sociali, ma per quattro impiegati del Comune di Palermo con ogni probabilità si apriranno le porte del carcere: la sesta sezione della Cassazione ha infatti rideterminato le pene in un processo per corruzione, mantenendole però ben oltre i limiti che consentono misure alternative alla cella. La vicenda, denominata Fintares, riguarda la richiesta di mazzette in cambio dell’"aggiustamento" delle tasse comunali sui rifiuti, che a Palermo era chiamata appunto Tares. Sconti pilotati che in primo grado a tre imputati erano costati pene elevatissime, oltre i 12 anni. Adesso invece, grazie ad assoluzioni parziali e a dichiarazioni di prescrizioni di alcuni reati, i supremi giudici hanno condannato Antonino Borsellino, Gaspare Tantillo e Ida Ardizzone a 5 anni e 6 mesi ciascuno; 5 anni, 4 mesi e 15 giorni per Cesare Pagano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook