Mercoledì, 01 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Presentato il mega polo per la ricerca medica di Carini: costerà 200 milioni di euro
SANITA'

Presentato il mega polo per la ricerca medica di Carini: costerà 200 milioni di euro

Una volta a regime, assicura Ri.med, il centro impiegherà circa 600 risorse tra ricercatori, tecnici e personale amministrativo
Sicilia, Cronaca
MILANO (ITALPRESS) – Dalla collaborazione tra Humanitas University, Istituto Clinico Humanitas e Politecnico di Milano nasce un laboratorio innovativo per la caratterizzazione biomeccanica e funzionale del tessuto del pancreas, allo scopo di creare un modello fisico (phantom) in materiale artificiale per il training dei chirurghi e specializzandi, nonchè individuare strumenti specifici per la chirurgia pancreatica,

Vaccini, terapie cellulari ed ingegnerizzazione di organi e tessuti, per diagnosticare i tumori, le malattie infettive e le patologie connesse all’invecchiamento, con particolare attenzione alle malattie neurologiche. Nascerà a Carini, nel palermitano, con un investimento di oltre 196 milioni di euro, un nuovo Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica, presentato oggi a Roma dalla Fondazione Ri.Med.

Accanto al centro sorgerà il nuovo ospedale Ismett, progettato da Renzo Piano, che permetterà, spiega una nota, di «accelerare il trasferimento al paziente delle innovazioni scientifiche e assicurare la gestione in piena sicurezza dei pazienti anche a fronte di pandemie».

ùIl progetto si ispira al modello tipologico del cosiddetto «villaggio-strada» e prevede un’organizzazione dello spazio estremamente flessibile: 52.464 mq di superficie totale, di cui 17.070 mq di laboratori, ampi spazi comuni, sale riunioni, uffici, un auditorium, la foresteria e il collegamento diretto con l’ospedale. «Il cantiere di Carini - commenta Paolo Aquilanti, Presidente della Fondazione Ri.Med - avvicina l’obiettivo di realizzare in Sicilia uno dei più significativi investimenti pubblici nel Mezzogiorno d’Italia.

Un’officina di prodotti nuovi e di metodi inesplorati per curare le malattie e al contempo fonte di lavoro e meta d’investimenti. Il concorso tra istituzioni pubbliche italiane - il Governo Nazionale, la Regione Siciliana, il Consiglio Nazionale delle Ricerche - e partner esteri del livello di University of Pittsburgh e UPMC, ha dimostrato la capacità di tradurre in pratica una scommessa ambiziosa». Una volta a regime, assicura Ri.med, il centro impiegherà circa 600 risorse tra ricercatori, tecnici e personale amministrativo, dedicate allo studio e allo sviluppo di innovative soluzioni diagnostiche e terapeutiche. Il valore complessivo dell’investimento è di 196.350.000 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook