Lunedì, 15 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Siracusa, maxirissa a colpi di mazze tra bande a Ortigia: cinque arresti
CARABINIERI

Siracusa, maxirissa a colpi di mazze tra bande a Ortigia: cinque arresti

di
rissa Ortigia, siracusa, Sicilia, Cronaca

La cronaca continua a registrare nuovi episodi di violenza metropolitana. A Siracusa due famiglie rivali che gestiscono attività dedicate ai turisti hanno deciso di risolvere i loro dissapori a colpi di mazze rudimentali. A Napoli e in provincia due distinte aggressioni a colpi di coltello hanno come vittime due ragazzi di 14 e 16 anni; fortunatamente nessuno di loro è in pericolo di vita. Succede nel giorno di Pasqua, quando le città sono maggiormente affollate di turisti e davanti agli occhi di decine di testimoni.

Alle porte di Ortigia, l’isola del centro storico di Siracusa, è avvenuta la maxi rissa tra i componenti di due nuclei familiari: uno gestisce uno storico chiosco di bibite, mentre l’altro ha un’attività di traporto dei turisti all’interno del centro storico con le apecar riadattate. Secondo gli investigatori, che hanno individuati tutti i protagonisti dello scontro, entrambe le famiglie intendono allargare il proprio giro di affari facendosi concorrenza. Su ordine della Procura di Siracusa, i carabinieri hanno posto agli arresti domiciliari cinque persone - tre 30enni, un 61enne e un 18enne - e denunciato anche un minorenne. Sono stati alcuni passanti che si sono ritrovati spettatori inconsapevoli della scena ad avvisare le forze dell’ordine.

La violenta lite è esplosa in piazza Pancali, a pochi metri dal Tempio di Apollo, in quel momento affollata di turisti: i due gruppi armati di mazze da baseball e bastoni chiodati si sono affrontati sotto gli occhi atterriti di famiglie e bambini. I colpi di mazze hanno danneggiato anche le auto in sosta di alcuni di loro e gli apecar. I sei protagonisti della rissa hanno riportato contusioni e diverse ferite ma hanno rifiutato le cure dei sanitari intervenuti sul posto rifiutandosi di andare al pronto soccorso. A Napoli invece due sanguinose aggressioni a minori. Un 14enne, accoltellato in pieno centro, è in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il ragazzo di Chiaiano, mentre era in piazza Trieste e Trento, è stato preso di mira da alcuni giovani che, senza apparente motivo, lo hanno colpito con 5 coltellate alla gamba destra e un’altra alla schiena. I medici hanno riscontrato anche un trauma cranico. Un 16enne di Mugnano (Na) è stato invece accoltellato al torace; secondo una prima ricostruzione sarebbe stato ferito nei pressi di un bar in via Falcone. Il minore è stato sottoposto a intervento chirurgico: i medici non lo ritengono in pericolo di vita ma per lui la prognosi è ancora riservata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook