Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Cercasi schiavo". Da Lipari a Palermo volantini provocatori contro il lavoro sottopagato
LA PROVOCAZIONE

"Cercasi schiavo". Da Lipari a Palermo volantini provocatori contro il lavoro sottopagato

Volantino denuncia le violazioni contrattuali nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici stagionali del settore turistico e del food and beverage

Da giorni le strade del centro storico di Palermo vedono centinaia di manifesti firmati Usb- Federazione del sociale Palermo che riportano la frase «Cercasi schiavo». Sulla scia di quanto fatto a Lipari, «l'iniziativa è una provocazione - , spiega Slang Usb, il sindacato lavoratori di nuova generazione - per denunciare le violazioni contrattuali nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici stagionali del settore turistico e del food and beverage. Da mesi ci propinano la retorica della 'ripresà, da mesi sentiamo parlare di Pnrr e rilancio dell’economia ma la realtà ci dice che, mentre aumenta drammaticamente il costo della vita, in Sicilia si lavora sempre meno e si guadagna sempre meno: l’occupazione precaria è al record storico (quasi nove lavoratori su dieci firmano contratti sotto i sei mesi di durata) e la disoccupazione è doppia rispetto alla media nazionale, sfiorando il 19%». L’iniziativa è stata ripresa anche da Usb Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook