Lunedì, 28 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Droga nel Catanese, due arresti rocamboleschi nelle ultime ore
OPERAZIONI

Droga nel Catanese, due arresti rocamboleschi nelle ultime ore

droga, spaccio, Sicilia, Cronaca

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato un 23enne catanese per "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti". Nella serata i militari dell’Arma, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di droga nel quartiere "Picanello", hanno notato i movimenti di un giovane che, sopraggiunto a bordo di uno scooter in via Villaglori, ha preso contatti con un altro giovane fermo a piedi davanti ad un palazzo. Quest’ultimo, dopo aver effettuato un "prelievo" dalla cassetta della posta, ha consegnato qualcosa al centauro che si è poi immediatamente allontanato. Il giovane "postino", identificato poi nel 23enne, è stato visto dai militari salire a bordo di un’autovettura Citroen parcheggiata nella stessa strada e partire in direzione via Nizzeti. A questo punto i carabinieri, presagendo che il 23enne fosse in procinto di effettuare qualche consegna a domicilio e per evitare che potesse comunque proseguisse la condotta delittuosa, lo hanno seguito fino a quando ha arrestato la marcia dell’auto in via Sgroppillo. Qui il giovane, sceso dall’auto, si è incontrato con un uomo che nel frattempo è uscito dal portone di un palazzo, ma i Carabinieri hanno impedito l'ennesima cessione di droga ed hanno bloccato il 23enne mentre, nella concitazione di quei momenti, l’acquirente è riuscito a far perdere le sue tracce.

Le operazioni di ricerca effettuate nei confronti del 23enne hanno consentito ai carabinieri di trovare sulla sua persona, nella tasca dei pantaloni, 5 buste in cellophane contenenti ciascuna 6,5 grammi di marijuana ed un involucro contenente 3,15 grammi di cocaina oltre a 170 euro ritenuto provento dello spaccio. La perquisizione, estesa anche all’interno della cassetta della posta del palazzo dove abita il giovane, ha dato modo ai militari di trovare complessivamente altri 9 grammi di marijuana già suddivisa in dosi, mentre, presso l’abitazione del giovane sono stati trovati due bilancini di precisione perfettamente funzionanti e vario materiale per il confezionamento della droga. A seguito dell’ispezione del telefono cellulare in uso al 23enne i carabinieri hanno riscontrato vari messaggi "WhatsApp" con i quali il "postino" stabiliva il prezzo dello stupefacente e le modalità di consegna agli acquirenti. I carabinieri hanno posto il 23enne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha convalidato l'arresto ed ha disposto per lui la sottoposizione all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Giarre, pusher tenta di sfuggire ai carabinieri: arrestato

I carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Giarre hanno arrestato un 18enne per i reati di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti" e "ricettazione". Nella nottata i militari, nel corso di un controllo alla circolazione stradale in largo Fleming del comune di Giarre, hanno intimato l’alt a un’autovettura in transito il cui conducente, anziché fermarsi, ha accelerato e superato il posto di controllo dei militari. Ne è scaturito un inseguimento durante il quale il fuggitivo, poi identificato per il 18enne, ha messo in grave pericolo l’incolumità dei militari operanti e di altri utenti della strada presenti lungo il tragitto a causa della sua guida spericolata. I Carabinieri, quindi, sono riusciti a fermare la Lancia Y in via Trieste all’angolo con via Catania, dove il 18enne è sceso dall’auto continuando la fuga a piedi e, nel mentre, disfacendosi di un borsello. Recuperato quel borsello, i militari hanno trovato al suo interno 20 grammi circa di cocaina e 6 di marijuana mentre, nel prosieguo della perquisizione dell’autovettura, hanno rinvenuto un ulteriore borsello contenente la cospicua somma di 2.905 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio.
Il 18enne pertanto, vedendosi privo di alternative, ha deciso di vuotare il sacco e per alleviare più gravi conseguenze giudiziarie, ha indicato ai militari un nascondiglio tra la vegetazione in un tratto sterrato della via Sebastiano Lisi, dove custodiva un barattolo di vetro, occultato in un sacco di plastica, contenente ben 5 chilogrammi di marijuana. I Carabinieri hanno quindi posto l’arrestato a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ha convalidato l’arresto e disposto per lui la misura degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook