Lunedì, 23 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo

Il museo di Messina si "riappropria" della tavoletta bifronte di Antonello

di

È stata riconsegnata il primo ottobre ai messinesi la tavoletta bifronte di Antonello da Messina, dopo quasi un anno di prestito. Dal dicembre 2017 l'opera mancava dal MuMe, perchè ceduta al Castello Ursino di Catania per la mostra “Da Giotto a De Chirico. I tesori nascosti” curata da Vittorio Sgarbi.

La tavoletta è un’opera particolarmente significativa e attrattiva, sia perché frutto di acquisizione relativamente recente, sia perché consente una doppia fruizione di recto e verso, ed ancora perché è uno dei cardini, della sezione centrale del percorso espositivo legato al genio messinese, che comprende anche l’eredità antonelliana.

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione della Gazzetta del Sud - edizione di Messina.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook