Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
SUSPIRIA

Cinema, Indipendent Spirit Awards: due statuette per il regista palermitano Guadagnino

Indipendent Spirit Awards, luca guadagnino, regista palermitano, serata degli Oscar, Suspiria, Alfonso Cuaron, Barry Jenkins, Dario Argento, Ethan Hawke, Glenn Close, Lady Gaga, Luca Guadagnino, Olivia Coleman, Pablo Larrain, Regina King, Richard E. Grant, Robert Altman, Sicilia, Cultura
Luca Guadagnino

Grande vittoria agli Indipendent Spirit Awards per il regista palermitano Luca Guadagnino. Il suo "Suspiria" ha vinto due statuette, gli ambiti premi al cinema indipendente che vengono assegnati il giorno prima degli Oscar alle produzioni indipendenti e a basso costo.

Il premio Robert Altman, che va al miglior insieme fra regista, cast e casting director, è andato al remake del classico dell’orrore di Dario Argento che ha vinto anche la statuetta alla migliore fotografia, curata da Sayombhu Mukdeeprom.

Il film più premiato è però "Se la strada potesse parlare" di Barry Jenkins, il nuovo lavoro del regista di Moonlight che racconta una storia d’amore sofferta e tormentata ambientata nella Harlem del 1974. Il lungometraggio ha ottenuto il premio al miglior film, miglior regia e migliore attrice non protagonista, Regina King. Va detto però che "Se la strada potesse parlare" non è fra i selezionati nella categoria miglior film agli Oscar: quest’anno quindi gli Spirits non potranno fare da apripista alla vittoria di domenica notte.

Un indicatore di cosa succederà agli Oscar potrebbe essere invece la statuetta andata a Glenn Close nella categoria migliore attrice, per The Wife. Close è infatti fra le candidate, e ora più che mai fra le favorite, alla vittoria agli Academy Awards, dove sono  in corsa anche Olivia Coleman (La Favorita) e Lady Gaga (A star is born).

Altro indicatore importante è la vittoria di "Roma" di Alfonso Cuaron dell’International-film Award. "Roma" è candidato sia nella categoria miglior film, che in quella miglior film in lingua straniera agli Academy e ha ottime possibilità di vittoria in entrambe le categorie.

Fra gli uomini, Ethan Hawke per "First Reformer", e Richard E. Grant per "Copia originale" hanno vinto rispettivamente lo Spirit per il miglior protagonista e non protagonista ma Grant è candidato anche agli Oscar (per lui è la prima volta nonostante una già lunga carriera che comprende tra gli altri "Pret-a-porter" di Robert Altman e "Jackie" di Pablo Larrain).

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook